Checkup

Contattaci

News

Linkedin

Youtube

Collocamento Obbligatorio – Nuove Regole dal 1° gennaio 2018

24 gennaio 2018

/

0

/

0

  • Home /
  • Blog /
  • Collocamento Obbligatorio – Nuove Regole dal 1° gennaio 2018

A far data dal 1° gennaio 2018 i datori di lavoro che occupano da 15 a 35 dipendenti e siano privi di personale disabile in forza devono assumere entro 60 giorni (ossia entro il 2 marzo 2018 indipendentemente dalla necessità di assumere nuovo personale) un lavoratore disabile con orario di lavoro almeno superiore al 50% rispetto a quello contrattuale.

Per i datori di lavoro con numero dipendenti occupati oltre i 35 e fino a 50, la normativa rimane invariata con obbligo di avere in forza almeno 2 invalidi. Oltre tale soglia, l’organico dovrà essere costituito da almeno il 7% di personale affetto da disabilità.

Per la determinazione della base occupazionale si precisa che non vanno computati, in particolare:

– eventuali lavoratori disabili già in forza;

– lavoratori con contratto a tempo determinato di durata fino a 6 mesi;

– dirigenti;

– lavoratori utilizzati in somministrazione;

– lavoratori a domicilio o in telelavoro;

– apprendisti.

I lavoratori a tempo parziale vanno computati “pro-quota” in relazione alla loro ridotta prestazione lavorativa, considerando unità le percentuali superiori allo 0,50%.

Qualora il datore di lavoro non ottemperi all’obbligo di assunzione del lavoratore disabile, è prevista una sanzione amministrativa di importo pari ad € 153,20 per ogni giorno lavorativo di ritardo rispetto a quello in cui è sorto l’obbligo.

Si coglie l’occasione per ricordare che in caso di trasformazioni di rapporti di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato e per assunzione a tempo indeterminato di lavoratori disabili (con riduzione della capacità lavorativa pari ad almeno il 67%), sono previsti sgravi contributivi.

Come ogni anno, i datori di lavoro che occupano 15 o più dipendenti sono tenuti, entro il 31 gennaio, ad inviare telematicamente agli uffici competenti un prospetto informativo relativo alla loro situazione occupazionale.
La norma prevede che obbligati all’invio siano solamente i datori di lavoro per i quali siano intervenuti, entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello di invio del prospetto, cambiamenti occupazionali tali da incidere sugli obblighi di assunzione. Pertanto, per tutti i datori di lavoro che non hanno apportato modifiche tali da comportare un nuovo obbligo, non vi sarebbe alcun esplicito onere di comunicazione.
Tuttavia, considerato che tutte le aziende con una base occupazionale da 15 a 35 dipendenti vengono automaticamente “colpite” dall’obbligo di assunzione di personale disabile in virtù delle modifiche normative intervenute e a prescindere da variazioni occupazionali, si ritiene opportuno che tutti i datori di lavoro che occupano da 15 a 35 dipendenti inviino il prospetto informativo, anche in assenza di precisazioni ministeriali.

||||| Like It 0 Like |||||

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *