Checkup

Contattaci

News

Linkedin

Youtube

Comunicazione infortuni brevi all’Inail

3 ottobre 2017

/

0

/

0

Dal 12.10.2017 entrerà in vigore l’obbligo, per i datori di lavori, di comunicare all’Inail, per scopi statistici e informativi, gli infortuni subiti dai lavoratori con prognosi superiore a un giorno, oltre a quello dell’infortunio.

La comunicazione può essere effettuata solamente con i mezzi telematici.

Le sanzioni, per omessa o ritardata comunicazione degli infortuni, sono di carattere amministrativo ed ammontano da un minimo di 500 ad un massimo di 4.500 euro a seconda della tipologia di violazione.

A tal proposito si ricorda che questo Studio assiste le Aziende nell’organizzazione e nell’espletamento delle attività in materia di Sicurezza sul Lavoro:

  1. Incarico di R.S.P.P. Esterno: il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione può essere assunto direttamente dal datore di lavoro o affidato a professionisti esterni con i requisiti professionali necessari;
  2. Assistenza a R.S.P.P. interno: servizio di tutoraggio e assistenza a RSPP interno o RSPP datore di lavoro, seguendo un graduale inserimento della persona nel suo compito;
  3. Elaborazione D.V.R. e rischi specifici: servizio di elaborazione del Documento di Valutazione dei Rischi finalizzato all’individuazione di adeguate misure di prevenzione e protezione e dei necessari dispositivi di protezione individuale che il Datore di Lavoro deve adottare per i propri lavoratori;
  4. Analisi di sicurezza aziendale: servizio che simula un’ispezione degli organi competenti e comprende un’analisi della situazione relativa alla sicurezza sul lavoro;
  5. Tenuta della scadenziario relativo ai corsi obbligatori ai sensi del T.U. Dlgs. 81/2008;
  6.  Organizzazione e docenza dei corsi.

I corsi di formazione potranno essere programmati in Azienda, nella ns. aula di formazione oppure on-line su piattaforma e-learning.

Lo Studio rimane a disposizione per approfondimenti, audit e programmazione delle attività necessarie relativamente alla Vs. situazione specifica.
Referente: dott. Riccardo Gianforme.

||||| Like It 0 Like |||||

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *