Checkup

Contattaci

News

Linkedin

Youtube

Nessun rinvio per la fattura elettronica nei subappalti pubblici

4 luglio 2018

/

0

/

0

  • Home /
  • Blog /
  • Nessun rinvio per la fattura elettronica nei subappalti pubblici

Con il chiarimento emesso nella giornata di ieri 2 luglio, in materia di fatturazione elettronica,  dall’Agenzia delle Entrate, è stato confermato che gli obblighi di fatturazione elettronica nell’ambito dei subappalti, non essendo stati oggetto di proroga come invece è avvenuto per le cessioni di carburante, entrano in vigore già a partire dal 1° luglio.

Il richiamato chiarimento di prassi si sofferma dunque sull’ambito soggettivo di applicazione, sottolineando che gli obblighi di fatturazione elettronica trovano applicazione solo nei confronti dei soggetti subappaltatori e subcontraenti per i quali l’appaltatore ha provveduto alle comunicazioni prescritte dalla legge.

Sussiste pertanto l’obbligo di emissione della fattura elettronica solo in capo a coloro che operano nei confronti della stazione appaltante pubblica ovvero a chi, nell’esecuzione del contratto di appalto, è titolare di contratti di subappalto propriamente detto (ossia esegue direttamente una parte dello stesso) o riveste la qualifica di subcontraente (vale a dire colui che per vincolo contrattuale esegue un’attività nei confronti dell’appaltatore e in quanto tale viene comunicato alla stazione appaltante).

Sono invece esclusi dai nuovi obblighi di fatturazione elettronica tutti coloro che cedono beni ad un cliente senza essere direttamente coinvolti nell’appalto principale, per i quali, quindi, non sussiste alcun obbligo di comunicazione verso la stazione appaltante. Nessuna novità, pertanto, interessa i soggetti che forniscono beni agli appaltatori senza sapere quale utilizzo ne faranno (pur essendo gli stessi consapevoli che i beni potrebbero essere impiegati nell’ambito di un appalto pubblico).

 

Emissione della fattura

L’Agenzia delle Entrate ricorda che le norme in tema di fatturazione elettronica non hanno in alcun modo derogato i termini ordinari di emissione dei documenti: l’emissione della fattura deve pertanto continuare ad essere contestuale alla cessione del carburante. La fattura deve quindi essere emessa entro le ore 24 del medesimo giorno della cessione.

||||| Like It 0 Like |||||